Blog Details

Roma: CCIAA, contributi a fondo perduto fino a 10mila euro per PMI

 
Bando Innovazione Digitale Anno 2020
Promotore

Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma

Scadenza 31 dicembre 2020 - ore 14.00
Descrizione

Il Bando, indetto dalla Camera di Commercio di Roma nell’ambito delle iniziative predisposte in risposta all’emergenza connessa al COVID-19, intende sostenere gli investimenti effettuati dalle micro, piccole e medie imprese di Roma e provincia per l’adozione di tecnologie e strumenti digitali nella propria realtà aziendale e produttiva. Saranno finanziati progetti di innovazione e trasformazione digitale che riguardino almeno uno dei seguenti ambiti:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose (IOT) e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Inoltre, è possibile aggiungere una o più delle seguenti tecnologie accessorie:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution.
Chi può partecipare

Possono richiedere le agevolazioni le micro, piccole o medie imprese aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Roma. Le imprese devono essere attive, in regola con l'iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale. Non possono partecipare le imprese che hanno beneficiato del contributo in una delle edizioni del Bando Voucher digitali Impresa 4.0 2017-2020.

Cosa offre il bando

Il bando offre contributi a fondo perduto (voucher), a copertura del 70% delle spese ammissibili presentate, fino ad un importo massimo di 10.000 euro. Per accedere al voucher è necessario effettuare una spesa minima di 3.000 euro

Alle imprese in possesso del rating di legalità viene riconosciuta una premialità aggiuntiva di € 250,00 nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

I voucher sono erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4%.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti elencate nella descrizione del bando.

Sono escluse le spese per:

  • smartphone, tablet e simili;
  • altra tecnologia o elettronica il cui acquisto non risulti strettamente funzionale al progetto di digitalizzazione presentato;
  • trasporto, vitto e alloggio;
  • servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali;
  • servizi per l’acquisizione di certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
  • servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge.

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2020 fino al termine di presentazione della rendicontazione (31 maggio 2021).Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA.

Inoltre, ai fini dell'ammissibilità delle spese, i fornitori di beni e servizi non possono essere soggetti beneficiari, né essere in rapporto di controllo/collegamento con l’impresa beneficiaria. Le imprese potranno avvalersi per i servizi di consulenza e formazione esclusivamente di uno o più fornitori tra i seguenti:

  • Competence center di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • incubatori certificati;
  • FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter;
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0;
  • start-up innovative e PMI innovative;
  • Innovation Manager iscritti nell’albo degli esperti tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e/o dall’elenco dei manager tenuto da Unioncamere;
  • ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza/formazione alle imprese nell’ambito delle tecnologie descritte.

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa può avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori. Non sono richiesti requisiti specifici per i soli fornitori di beni e servizi strumentali.

Modalità di partecipazione

Le domande devono essere trasmesse, entro e non oltre le ore 14.00 del 31 dicembre 2020, in modalità telematica attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema Webtelemaco Infocamere / Servizi e-gov. La documentazione deve essere firmata digitalmente. Le domande saranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Risorse utili Bando Innovazione Digitale 2020
 

Articoli correlati

Image
Icons

Incentivi: Smart Money, cos'è e cosa offre la nuova misura del MiSE per le startup

Misura Smart Money Promotore Ministero dello Sviluppo Economico Scadenza Misura a sportello Dotazione finanziaria 9,5 milioni di eu ...

Leggi tutto
Image
Icons

Resto al Sud: esteso l'incentivo agli under 56, come richiederlo

Resto al Sud amplia la platea dei beneficiari: la Legge di Bilancio 2021 ha innalzato da 45 a 55 anni il limite di età per l'accesso allo strumento agevo ...

Leggi tutto
Image
Icons

Città circolari: DigiCirc, open call per soluzioni innovative di PMI e startup

Bando DigiCirc - Circular Cities Open Call Promotore Consorzio Progetto DigiCirc Coordinatore: CAP Digital (FR). Partners: Kemin Digipolis ...

Leggi tutto