Blog Details

Giovani: study visit gratuita in Spagna sulla partecipazione giovanile nei processi decisionali

Dall'1 al 6 marzo 2020, a Granada, in Spagna, si terrà l'iniziativa "Boosting youth participation in decision-making at the local level 2", la study visit per funzionari comunali e youth worker organizzata da Network DYPALL, la rete europea, composta da circa 50 organizzazioni della società civile e autorità locali di oltre 30 paesi, che mira a coinvolgere giovani nei processi decisionali a livello locale. La visita di studio, completamente gratuita, ha l'obiettivo di sviluppare nei partecipanti una comprensione più profonda delle diverse realtà, esperienze e opportunità per la partecipazione dei giovani ai processi decisionali a livello locale. Saranno coinvolti funzionari comunali ed animatori socio-educativi provenienti da 11 paesi, quali Svezia, Portogallo, Grecia, Finlandia, Macedonia del Nord, Spagna, Regno Unito, Lettonia, Polonia, Turchia e Italia.

Il progetto si concentra sulla dimensione locale della partecipazione dei giovani, nella convinzione che questi, con la loro energia e creatività, rappresentino una risorsa fondamentale per il cambiamento e la risoluzione delle sfide della nostra società, sfide da affrontare innanzitutto a livello locale, dove lo youth work ha il suo impatto maggiore e dove gli attori locali possono cooperare e contribuire alle riforme politiche, influenzando paralellamente anche i processi politici nazionali ed europei. L'iniziativa segue il lavoro svolto dalla rete DYPALL e dai suoi partner in Portogallo e Svezia, nel 2017 e 2018, con la prima edizione delle visite di studio, dalle quali gli organizzatori hanno riconosciuto l'importanza di esplorare ulteriormente la dimensione della partecipazione dei giovani ai processi decisionali a livello locale, con un focus specifico sulla partecipazione di giovani migranti o dal background migratorio, nonché dei giovani provenienti da aree rurali e geograficamente isolate, condividendo pratiche già implementate, da adattare alle realtà locali per rafforzare i programmi esistenti.

La study visit a Granada ha i seguenti obiettivi:

  • esplorare, sperimentare e comprendere le sfide specifiche alla partecipazione dei giovani ai processi decisionali in aree a bassa densità e geograficamente remote;
  • visitare organizzazioni esempio di buone pratiche, filtrando elementi da trasferire nelle proprie realtà;
  • offrire la possibilità di costruire partenariati a lungo termine tra le organizzazioni attive nel campo della partecipazione dei giovani a livello locale, per progetti futuri;
  • creare una raccolta delle migliori pratiche di partecipazione dei giovani in aree geograficamente isolate/a bassa densità.

Il progetto è finanziato nell'ambito del Programma Erasmus+, grazie al quale i promotori copriranno i costi di viaggio, vitto e alloggio. I biglietti aerei saranno rimborsati fino ad un massimo di 275 euro per i partecipanti italiani: il rimborso sarà effettuato tramite bonifico bancario dopo la visita di studio, al ricevimento di tutti i biglietti e le fatture. 

Come partecipare

Saranno selezionati 26 partecipanti, tra youth worker e funzionari comunali/municipali. Per candidarsi occorre registrarsi e compilare un apposito form sulla pagina dedicata al progetto sulla piattaforma Salto-Youth, entro l'11 febbraio 2020. 

Articoli correlati

Image
Icons

Giovani: IV edizione 'Youth in Action for SDGs', aperta la call for ideas

Aperte le candidature per il concorso Youth in Action for Sustainable Development Goals (SDGs), quarta edizione della call for ideas lanciata da ...

Leggi tutto
Image
Icons

Bandi UE: call per progetti di capacity building nel campo dei diritti dei minori

Sostenere progetti nazionali o transnazionali che mirano a promuovere lo sviluppo delle capacità, lo scambio di buone pratiche e la formazione nel campo ...

Leggi tutto
Image
Icons

Mipaaf: bandi per il finanziamento dei Distretti del cibo, come accedere alle agevolazioni

Sono state prorogate al 18 maggio 2020 le scadenze dei bandi nazionali per il finanziamento dei Distretti del cibo, lanciati lo scorso 17 febbraio dal Ministero ...

Leggi tutto