Blog Details

Europa per i Cittadini: Impegno democratico e partecipazione civica, call per Progetti della Società civile

Incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini europei, permettendo loro di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell'Unione Europea e creando condizioni adeguate per favorire l'impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato: questo uno degli obiettivi dello Strand 2-Impegno democratico e partecipazione civica del programma comunitario Europa per i Cittadini, aperto alla presentazione di proposte progettuali fino al primo settembre 2020. 

Lo Strand si compone di tre sottomisure, quali Gemellaggio fra città, Reti di città e Progetti della società civile, con le seguenti prorità:

  • contrastare la stigmatizzazione dei migranti e costruire contro-narrazioni per incoraggiare il dialogo e la comprensione reciproca;
  • comprendere e discutere l’euroscetticismo;
  • riflettere sul futuro dell’Europa, in relazione alle politiche comunitarie;
  • discutere il concetto di solidarietà in tempi di crisi.

In questo articolo approfondiremo insieme come presentare Progetti della società civile

Cosa finanzia

La sottomisura supporta progetti promossi da reti di parte­nariato internazionali, che coinvolgano di­rettamente e attivamente i cittadini, consentendo loro di confrontarsi ed agire insieme su temi legati all’Unione Europea e alle sue politiche.

Un progetto deve inclu­dere almeno due delle seguenti tipologie di attività:

  • promozione dell’impegno sociale e della solidarietà: attività volte a promuovere dibattiti/campagne/azioni su temi di interesse comune nel quadro dei diritti e delle responsabilità dei cittadini dell’Unione e a creare un collegamento con l’agenda politica e il processo di elaborazione politica europei;
  • raccolta di opinioni: attività volte a raccogliere le opinioni personali dei cittadini per facilitare un approccio dal basso verso l’alto (anche utilizzando le reti sociali, webinar, ecc.) e l’educazione ai media;
  • volontariato: attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini nell’Unione e al di fuori di essa.

I progetti devono avere una durata massima di 18 mesi, con inizio tra il 10 marzo e il 31 agosto 2021. 

Chi può partecipare 

Possono partecipare organizzazioni non a scopo di lucro, comprese le organizzazioni della società civile, gli istituti culturali, d’istruzione o di ricerca. Le autorità loca­li/regionali possono essere partner. Nel partenariato devono essere inclusi almeno 3 Paesi, di cui min. 2 Stati Membri dell'UE. 

Sovvenzione

È possibile richiedere una sovvenzione massima pari a 150.000 euro. La sovvenzione è calcolata sulla base di un sistema di costi unitari e di finanziamento forfetario fisso suddiviso in tranche, che varia a seconda del numero dei Paesi e dei partecipanti coinvolti. Le somme forfetarie e i costi unitari coprono tutti i costi ammissibili delle azioni, ossia:

  • costi per il personale direttamente collegato all’azione;
  • spese di viaggio e soggiorno dei partecipanti agli eventi;
  • l’affitto di sale/servizi di interpretazione e traduzione necessari per lo svolgimento degli eventi;
  • costi di comunicazione/divulgazione collegati agli eventi;
  • costi di coordinamento dovuti al coinvolgimento di numerose organizzazioni;
  • costi di strumenti di ricerca e informatici necessari per le attività preparatorie.

Saranno applicati pagamenti di prefinanziamento corrispondenti a una percentuale compresa tra il 40% e il 70% dell’importo della sovvenzione. Il saldo finale avverrà in seguito alla presentazione e all'approvazione del report finale.

Come partecipare

Le candidature devono essere presentate mediante il modulo elettronico (eForm) di domanda di sovvenzione, entro le ore 17 CET del 01/09/2020. Per generare il modulo elettronico, occorre essere in possesso di un Participant Identification Code (PIC, a nove cifre), che funge da identificatore unico dell'organizzazione nel registro dei partecipanti. 

Procedura:

  1. Registrazione dell'organizzazione nel Registro dei Partecipanti (se non si è già in possesso di un PIC). QUI le informazioni per registrarsi.
  2. Creazione dell'eForm. Il modulo elettronico di candidatura può essere creato attraverso l'Application eForm Homepage dell’EACEA, selezionando "Create new application for funding" e, nella finestra successiva, la call di interesse (EACEA/52/2019 - Civil Society Projects 2020).
  3. Compilazione dell'eForm. I candidati devono compilare tutti i campi di dati del modulo elettronico e allegare la dichiarazione sull’onore, scaricabile qui.
  4. Submission. All'atto della presentazione del modulo elettronico, sarà attribuito e registrato un numero di presentazione, che identificherà il progetto. 

Articoli correlati

Image
Icons

Bandi UE: European Youth Together, aperta la call for proposals 2020

C'è tempo fino al 28 luglio 2020 per presentare proposte progettuali nell'ambito della call EACEA/10/2020 European Youth Together. Il bando, parte d ...

Leggi tutto
Image
Icons

Terzo settore: bando 2020 per progetti di crowdfunding di BPER Banca

Sono aperte le candidature al bando Il futuro a portata di mano, lanciato da BPER Banca per sostenere progetti di innovazione, in ambito educativo o cultur ...

Leggi tutto
Image
Icons

Circular Economy: VII Green Alley Award, premio da 25mila euro per startup

È stata posticipata all'8 settembre l'apertura della call for proposals della settima edizione del Green Alley Award, il premio europeo dedicato alle sta ...

Leggi tutto