Blog Details

Economia circolare: Mise, agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppo

Titolo Agevolazioni a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell'ambito dell'economia circolare
Promotore Ministero dello Sviluppo Economico
Scadenza Esaurimento delle risorse finanziarie disponibili
Descrizione

Intervento agevolativo per progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare. Sostiene la ricerca, lo sviluppo e la sperimentazione di soluzioni innovative per l’utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse, al fine di promuovere la riconversione delle attività produttive verso un modello di economia circolare in cui il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse è mantenuto quanto più a lungo possibile, e la produzione di rifiuti è ridotta al minimo.

Chi può partecipare

Imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca, che presentano progetti singolarmente o in forma congiunta. Per i soli progetti congiunti, sono ammessi anche gli organismi di ricerca, pubblici e privati, in qualità di co-proponenti.

Caratteristiche dei progetti

Sono ritenuti ammissibili alle agevolazioni i progetti che prevedono attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzate alla riconversione produttiva delle attività economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di tecnologie abilitanti fondamentali, relative a:

  1. innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse e di trattamento e trasformazione dei rifiuti, compreso il riuso dei materiali in un'ottica di economia circolare o a «rifiuto zero» e di compatibilità ambientale (innovazioni eco-compatibili);
  2. progettazione e sperimentazione prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento dei percorsi di simbiosi industriale, attraverso, ad esempio, la definizione di un approccio sistemico alla riduzione, riciclo e riuso degli scarti alimentari, allo sviluppo di sistemi di ciclo integrato delle acque e al riciclo delle materie prime;
  3. sistemi, strumenti e metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la fornitura, l'uso razionale e la sanificazione dell'acqua;
  4. strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;
  5. sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente (smart packaging) che prevedano anche l'utilizzo di materiali recuperati;
  6. sistemi di selezione del materiale multileggero, al fine di aumentare le quote di recupero e di riciclo di materiali piccoli e leggeri. 

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, inoltre, i progetti devono:

  • prevedere spese e costi ammissibili pari a minimo 500.000 euro e massimo 2 milioni;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni e, comunque, pena la revoca, non oltre 3 mesi dalla data del decreto di concessione;
  • avere una durata tra 12 e 36 mesi;
  • qualora presentati congiuntamente da più soggetti, prevedere che ciascun proponente sostenga costi e spese pari ad almeno 250.000 euro nel caso di imprese, oppure ad almeno il 10% dell’importo complessivo ammissibile del progetto nel caso di Organismi di ricerca.
Intensità delle agevolazioni

Le agevolazioni sono articolate nella forma di finanziamento agevolato e di contributo alla spesa

Il contributo alla spesa è concesso per una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili articolata come segue:

  • 20% per le imprese di micro e piccola dimensione;
  • 15% per le imprese di media dimensione;
  • 10% per cento per le imprese di grande dimensione.

Agli Organismi di ricerca è concesso un contributo diretto alla spesa per una percentuale nominale delle spese e dei costi ammissibili complessivi pari al 20%, comprensivo dell’agevolazione sostitutiva del Finanziamento agevolato.

Il finanziamento agevolato è concesso è alle imprese e ai centri di ricerca, copre una percentuale nominale delle spese ammissibili pari al 50% ed è concedibile in presenza di un finanziamento bancario associato concesso da una Banca finanziatrice a tasso di mercato, che coprirà una percentuale nominale pari ad almeno il 20% delle spese ammissibili. 

La durata del Finanziamento è compresa tra un minimo di 4 anni e un massimo di 11 anni, comprensivi di un periodo di preammortamento che, per il solo Finanziamento agevolato, decorre dalla data di erogazione e può avere durata massima fino al 30 giugno o al 31 dicembre immediatamente successivo al terzo anno dalla data di sottoscrizione del contratto di Finanziamento. In ogni caso, la durata del periodo di ammortamento del Finanziamento non può essere superiore a 8 anni. Il rimborso del Finanziamento avviene secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate scadenti il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno.

Modalità di partecipazione

Le domande potranno essere presentate dal 10 dicembre 2020. La procedura di pre-compilazione delle domande e degli allegati sarà disponibile dal 30 novembre 2020.

Risorse utili MISE
 

Articoli correlati

Image
Icons

Manifatturiero: bando Market 4.0 per produttori di attrezzature e fornitori di servizi

Titolo MARKET4.0 – Open Call #2 Promotore MARKET4.0 (Multi-Sided Business Platform for Plug and Produce Industrial Product Service Systems) ...

Leggi tutto
Image
Icons

Green Economy: al via la call for papers di Sinergie per modelli di business innovativi

Titolo Call for papers - Collection of best practices on startups and sustainable business models Promotore Sinergie Società Consortile a. ...

Leggi tutto
Image
Icons

Innovazione: bando per la selezione di progetti in tema tecnologie abilitanti 4.0

Bando Bando per la selezione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in tema di tecnologie abilitanti 4.0 Promotor ...

Leggi tutto