Blog Details

City of the Future: open call per concept artistici basati su tecnologie emergenti

Titolo City of the Future
Promotore Nesta Italia, con il supporto di Fondazione Compagnia di San Paolo.
Scadenza 30 Novembre 2020
Descrizione

Bando per Artisti, Collettivi, Creativi italiani e europei per la presentazione di concept artistici basati su tecnologie emergenti (es. AI, Big Data, Blockchain, 5g, IoT), che ne prevedano una fruibilità collettiva in ambiente urbano e/o in ambito sociale. I progetti proposti devono essere focalizzati su sfide sociali, urbane ed ecologiche italiane, con uno sguardo particolare sulla Città di Torino e la regione Piemonte, anche tenuto conto degli effetti causati dall’emergenza COVID.

Obiettivi

  • Ampliare il raggio d’azione della pratica e della ricerca artistica e dare rilievo all’espressività artistica, per ampliare gli orizzonti e gli obiettivi del processo di sviluppo di una soluzione tecnologica e delle sue applicazioni;
  • stimolare sinergie durature tra scienza, arte e industria, tra artisti, istituzioni culturali, centri di ricerca, imprese, istituzioni pubbliche, incubatori, valorizzando il talento e il lavoro degli artisti, le iniziative locali, al fine di innescare nuove opportunità economiche, lavorative e sociali sul territorio;
  • promuovere il dibattito ed il confronto sul futuro delle città, sulla necessità di sviluppare soluzioni tecnologiche che abbiano le persone al centro per l’empowerment di comunità e per la costruzione di città sostenibili, per un futuro urbano più circolare, verde, inclusivo e democratico.
Chi può partecipare

Il bando è aperto a singoli artisti, creativi, collettivi di qualsiasi campo artistico, italiani e europei, sia artisti emergenti che artisti affermati. Nel caso di collettivi, il gruppo deve essere riconducibile a una forma legale riconosciuta con sede in Italia o in un diverso Paese dell’Unione Europea. Le lingue di lavoro utilizzate saranno l'inglese o l'italiano, pertanto è essenziale la conoscenza di una di queste due lingue. 

Caratteristiche dei progetti

I progetti artistici dovrebbero:

  • essere finalizzati a coinvolgere gli utenti nella comprensione, nell’utilizzo o nella progettazione di una o più specifiche soluzioni tecnologiche;
  • utilizzare tecnologie digitali per dare espressione a contenuti e sensibilità artistiche rivolte a nuovi fruitori o a modalità innovative di fruizione;
  • essere integrati nello sviluppo di soluzioni tecnologiche al fine di fornire a queste ultime una accessibilità o una funzionalità maggiore;
  • affrontare le potenzialità e i rischi delle tecnologie emergenti, offrendo nuove prospettive a livello di ricerca scientifica o di direzione applicativa.

Il bando non considera i progetti artistici in cui la componente tecnologica costituisca esclusivamente o primariamente un medium di distribuzione, fruizione o conservazione di opere d’arte nate in contesto tradizionale.

Inoltre, al fine di favorire la ripartenza post-COVID, particolare attenzione è rivolta a progetti in ambito data for good e tecnologia in ambito sanitario.

Il progetto artistico potrà:

  • avere luogo nei centri culturali aventi sede in Piemonte (elencati all'interno del bando);
  • essere svolto in parte (la fase di ricerca artistica) nelle sedi dei partner tecnologici;
  • essere svolto online o in spazi pubblici nel caso di una produzione di arte pubblica volta ad attivare dinamiche di comunità.

Gli assegnatari del contributo svilupperanno il progetto artistico nel febbraio-maggio 2021 ed esporranno i risultati del proprio lavoro ad un evento internazionale che si svolgerà a Torino nel maggio 2021.

Cosa offre il bando

Il bando mette in palio un contributo di 17.000€ per i migliori 3 progetti artistici, da realizzarsi in collaborazione con aziende o centri di ricerca piemontesi (partner tecnologici/scientifici) che sviluppano e studiano le tecnologie emergenti. 

Il contributo di 17.000 euro è erogato in tre tranche, di cui:

  • 40% (quale anticipo) che viene erogato previa approvazione delle spese preventivate, e sottoscrizione di un accordo definitivo e vincolante tra tutte le parti interessate incluso il “producer” (il contratto di co-produzione);
  • 40% alla validazione della valutazione infra-progetto operata da Nesta Italia entro il 20 marzo 2021;
  • 20% alla validazione della valutazione finale del progetto operata da Nesta Italia entro il 20 maggio 2021.

 

Sono ammesse le seguenti spese:

  • compenso spettante all’artista:
  • costi legati alla produzione artistica (es. materiali):
  • spese di alloggio:
  • spese di comunicazione, diffusione, interazione con il territorio, attività di coinvolgimento:
  • spese legate all’allestimento della fruizione pubblica del progetto;
  • attività di comunicazione specifica per la comunità, incontri per eventuale co-progettazione, coinvolgimento dell’associazionismo locale.
Modalità di partecipazione

Le domande potranno essere presentate esclusivamente online, entro e non oltre il 30 novembre 2020. Le modalità di candidatura sono indicate nelle pagine 4 e 5 del Regolamento ufficiale dell'iniziativa.

Risorse utili City of the Future - Nesta Italia

Articoli correlati

Image
Icons

Incentivi: Smart Money, cos'è e cosa offre la nuova misura del MiSE per le startup

Misura Smart Money Promotore Ministero dello Sviluppo Economico Scadenza Misura a sportello Dotazione finanziaria 9,5 milioni di eu ...

Leggi tutto
Image
Icons

Resto al Sud: esteso l'incentivo agli under 56, come richiederlo

Resto al Sud amplia la platea dei beneficiari: la Legge di Bilancio 2021 ha innalzato da 45 a 55 anni il limite di età per l'accesso allo strumento agevo ...

Leggi tutto
Image
Icons

Città circolari: DigiCirc, open call per soluzioni innovative di PMI e startup

Bando DigiCirc - Circular Cities Open Call Promotore Consorzio Progetto DigiCirc Coordinatore: CAP Digital (FR). Partners: Kemin Digipolis ...

Leggi tutto